La legge italiana consente di creare una copia privata digitale delle proprie opere regolarmente acquistate. Se l’opera è protetta da misure tecniche anticopia è consentita solo la copia analogica. La copia privata, sia analogica che digitale, è consentita solo su supporti per i quali sia stato pagato la tassa per la copia privata (attualmente si paga per tutti i cd-r[w] e dvdr[w] vergini). Per approfondire la questione consiglio la lettura di http://www.attivissimo.net/diritti/copia_p2p/i_miei_diritti.htm di http://ukcdr.org/issues/cd/quick/ e di http://www.siae.it/faq_siae.asp. Pensateci bene prima di rinunciare ai vostri diritti digitali acquistando cd protetti!