2.4. Montaggio della nuova partizione

Ora che stato creato un file system, la partizione deve essere resa accessibile. Per farlo, la partizione deve essere montata sotto un punto di mount a scelta. Per gli scopi di questo libro si assume che il file system venga montato sotto /mnt/lfs, ma la scelta della directory lasciata al lettore.

Scegliere un punto di mount e assegnarlo alla variabile d'ambiente LFS, lanciando:

export LFS=/mnt/lfs

Creare il punto di mount e montare il file system LFS, lanciando:

mkdir -pv $LFS
mount -v -t ext3 /dev/<xxx> $LFS

Dove <xxx> va sostituito con il nome della partizione LFS.

Se si usano pi partizioni per LFS (es. una per / e un'altra per /usr), montarle con:

mkdir -pv $LFS
mount -v -t ext3 /dev/<xxx> $LFS
mkdir -v $LFS/usr
mount -v -t ext3 /dev/<yyy> $LFS/usr

Dove <xxx> e <yyy> vanno sostituiti con i nomi delle relative partizioni.

Sarebbe bene anche assicurarsi che questa nuova partizione non sia montata con permessi troppo restrittivi (come le opzioni nosuid, nodev, o noatime). possibile lanciare il comando mount senza alcun parametro per verificare quali opzioni sono state associata alla partizione LFS appena montata. Qualora fossero presenti le opzioni nosuid, nodev, e/o noatime, la partizione dovr essere montata di nuovo.

Se si sta usando una partizione di swap, ci si assicuri che sia abilitata, lanciando il comando swapon:

/sbin/swapon -v /dev/<zzz>

Dove <zzz> va sostituito con il nome della partizione di swap.

Ora che si creato uno spazio dove lavorare, tempo di scaricare i pacchetti.